IL PASTICCIACCIO, LA TRADIZIONE VERA DEL BISTROT ROMANO

Via Merulana, il cuore di Roma, della Roma storica che si divide tra due prestigiose basiliche: quella di San Giovanni in Laterano e quella di Santa Maria Maggiore.

Il Pasticciaccio, un luogo di ritrovo familiare che virtualmente collega queste due basiliche con un affaccio imponente su Largo Brancaccio, ad angolo, una vista su Monti, prestigioso quartiere romano carico di vita e di boutiques, ed una vista diretta ed unica sulla Basilica di Santa Maria Maggiore, che già dalle sei, orario di apertura, appare agli occhi come una cartolina.

Il Pasticciaccio prende il nome da un romanzo di Gadda che tanti conoscono (“Quer pasticciaccio brutto de via Merulana”), strizza un occhio alla nostra storia letteraria e si situa in una posizione strategica che lo rende la realtà che mancava ad un quartiere, l’Esquilino, diventato nel tempo esageratamente turistico. Ed è per questo che Il Pasticciaccio ha deciso di andare contro corrente, rappresentando il locale in cui non solo tutto è buono, come recita il nostro “slogan”, ma un ritrovo conviviale in cui il cliente ama fermarsi perchè si sente in famiglia, si sente coccolato, sa di essere tra amici, e sa di potere gustare una pasticceria completamente artigianale. E la familiarità diventa la caratteristica peculiare del Pasticciaccio: in un quartiere in cui c’è una ricerca spasmodica di essere “alla moda” il Pasticciaccio mantiene il senso vero, sincero ed onesto del bistrot come lo intendiamo noi: un ritrovo, un rifugio, uno spazio in cui il cliente è un amico e tradizione e modernità si fondono con eleganza.